Valentina Jarnjak Glavas: "Questa è la prima volta che la Bandica si inginocchia davanti ai fattori politici irrilevanti"

Per alcune ore, è prevista la sessione costitutiva dell'Assemblea della città, o forse il primo tentativo di stabilirlo. Zlatko Hasanbegović visitare il Mercoledì a Bujici ha annunciato che l'Assemblea non costituirebbe ancora di avviare i negoziati di potenziali partner di coalizione, Milan Bandic, HDZ, e la lista di Bruno Esih. Aspetteremo entro la fine di luglio o Bandic troverà altri partner ?! Questo e altri temi legati commentato siamo con l'editor sul Network TV e giornalista che per oltre un decennio monitora politica di Zagabria - Valentin Jarnjak Glavas.

Cosa ti aspetti dalla sessione costitutiva dell'Assemblea cittadina, che inizia tra poche ore?

Cosa mi aspetto? Sono abituato a non aspettarmi nulla, specialmente quando si tratta della città di Zagabria o del sindaco Milan Bandić. Quando è preoccupato, quando è lui a guidare la parola principale, specialmente quando è così silenzioso e silenzioso ora che si tratta di tutte le combinazioni, tutto è possibile. Penso che l'Assemblea sarà costituita, ma non la prima. Tutto va in questa direzione, lo vediamo e il suo cambiamento nella posizione attorno al maresciallo Tito Square, anche se penso che sia un orribile errore politico per lui.

Perché?

Non importa quello che ho detto non mi aspetto nulla, perché tutto è possibile quando si tratta oo Zagabria e il Bandic, mai prima d'ora, o almeno molto di rado, per quanto io seguo il suo lavoro e l'Assemblea, significa gli ultimi dieci anni, è fattori politici non irrilevanti, ma cerchiamo di essere vero - una nuova forza che è emerso a Zagabria sono ancora insignificante, anche con 6 per cento e esprimere il numero di voti ricevuti, non rotto pubblicamente e si inginocchiò. Realisticamente, il suo discorso di fronte alla Accademia di Musica era inginocchiato, e non è bello vedere un adulto, uomo maturo che è il sesto mandato di sindaco della capitale.

Perché l'ha fatto - non aveva una seconda scelta, quindi è caduto sotto la pressione di Bruno Esih e dell'HDZ, o qualcos'altro, qualche altro accordo che non conosciamo ancora?

Forse, solo forse, v'è la possibilità che egli è per i cittadini in questo modo hanno cercato di, almeno apparentemente, ovviamente, sapere che sono i più importanti, in modo che poi non vuole scendere a compromessi a causa della Piazza Tito Marshall e inviato a un'altra elezione. Ma siamo realisti, Milan Bandic non vuole andare a un'altra elezione. Questa è l'ultima opzione. Ora, come potrà "spinaci" per la sua decisione, la sua decisione modificata, penso che tutti noi conosciamo le sue grandi discorsi su auto-immolazione in piazza Ban Jelacic, su tutti i tipi di promesse, dopo insulti giornalisti quando è affatto osato porre la domanda perché non ha soddisfatto le promesse perchè Di solito i giornalisti sono colpevoli di non aver rispettato le promesse perché siamo noi che siamo maliziosi. Ma io non voglio andare nelle ragioni per cui lo ha fatto e come intende giustificare, sto solo dicendo che questa è la prima volta che lui è mostrato direttamente debolezza e si inginocchiò fattori politici prima realisticamente irrilevanti.

Ha frequentato Radio Sljeme sul tema dell'Assemblea, della Coalizione e del maresciallo della tromba Tito, ed è stato piuttosto a disagio con il giornalista, che gli ha posto domande abbastanza legittime. Mostra ansia per questa situazione a Zagabria?

Possiamo solo tornare al fatto che lui è l'unico che non aiuterà le nuove elezioni a Zagabria, almeno. Non credo che nemmeno l'SDP dovrebbe avere tanta paura delle nuove elezioni di Milan Bandic, perché peggio di così non può passare, tutto ciò che dice.

Pensi che andrebbe ancora peggio?

Tutti parlano di peggio che l'HDZ è passato per mandato all'Assemblea, peggio per l'SDP, ma il peggio è stato Milan Bandic. Ha perso le sue voci, ha perso il suo mandato. Quindi, il suo popolo e le sue stime vogliono entrare nell'Assemblea, i cittadini credono sempre meno. Dovrebbe essere parlato come una persona che dovrebbe essere preoccupata perché i numeri lo mostrano.

Se e quando saranno costituiti, sarà una coalizione di Bandic-Esih-HDZ o qualcun altro? L'HDZ, credo, è sicuro, ma qualcun altro verrà nella lista di Bruno Esih invece?

Tutto è possibile. Ma se l'SDP ha detto che avrebbe messo le spalle a beneficio di Zagabria e Zagabria, allora non vedo la differenza tra loro e l'HNS, e loro lo chiedono. Quindi non hanno più alcun argomento per chiamare HNS che ha fatto qualcosa di diverso. Secondo, su Darink Kosor, possiamo pensare alle cose, ma solo a quello che davvero non credo che Darinko Kosor abbia fatto di nuovo. Dopo aver provato una volta - ha detto che avremmo rimesso, collaborato con Bandic, e poi lasciandolo e mai dire di più ?! Voglio dire, se vuole andare completamente in pensione, allora lo farà. Per due volte, inventando di tornare con lo stesso uomo, non penso nemmeno che Darinko Kosor lo farebbe.

Se è stato concordato e concordato, ci vorranno quattro anni o ci aspetteremo elezioni anticipate per un anno o due?

Se Milan Bandic ha qualcosa da insegnarci, allora è il più forte quando è il più debole. È guidato dall'HDZ: il più forte quando è il più difficile, quindi è in realtà il suo logo e lo slogan. E 'stato il più debole per la presidenza di Boris Sprem dell'Assemblea City, poi era politicamente sulle ginocchia, non c'era una sola manovra, che sarebbe sollevato da terra - e, in tali circostanze, quasi diventato presidente del SDP, presidente croato. Questo è stato convincente ancora una volta ha vinto le elezioni locali, ma non è mai successo di andare a elezioni anticipate, tranne quando si è sbagliato che un incidente d'auto ed era l'unica volta durante il suo regno è andato a elezioni anticipate. Tutto il resto non gli ha mai fatto male. D'altra parte, per tutto quello che c'è per la prima volta, questo è il suo sesto mandato, lo ha ottenuto poco, più strettamente che mai e una volta che tutto deve girare, non importa quello che voleva fare il sindaco per la vita. Ma a volte le cose cambiano, ed è questo mandato - ne dubito.