Bandic a Bruxelles

Su invito del Sindaco di Bruxelles, Philippe Close, il sindaco Milan Bandic ha partecipato oggi a 7. l'incontro dei sindaci delle principali città dell'Unione europea e della Commissione europea. I temi principali di questo incontro sono l'agenda europea e la politica di coesione.

Nel suo discorso introduttivo, il sindaco di Bruxelles ha sottolineato l'importanza di questo 7. l'incontro dei sindaci delle principali città dell'Unione europea e della Commissione europea, che quest'anno si distingue proprio nel contesto dell'Agenda europea per la politica di coesione e dell'importanza degli investimenti pubblici.

Corina Cretu, il Commissario europeo nel suo discorso sulla politica di coesione ha sottolineato che le città di potenza solo nella comunione che è meglio e promuovere in modo più efficace politica economica, sociale e territoriale che agiscono come una politica di investimento a lungo termine in tutte le regioni ed è più che necessaria per superare economica le differenze sociali e territoriali e una migliore comunicazione e risorse sufficienti rafforzeranno i principi del partenariato a livello locale, che certamente contribuiranno all'efficacia di questa politica.

Il sindaco Milan Bandic nel suo discorso di cui il futuro della politica di coesione e ha sottolineato che Zagabria come una città europea ha fiducia nell'integrità dei valori europei, una combinazione di tradizione e modernità in Europa e la necessità per il suo sviluppo equilibrato. È proprio la politica di coesione che lo consente.

Siamo fermamente convinti che il suo rafforzamento, il rafforzamento del mercato unico dell'Unione europea, il rafforzamento della crescita e, quindi, la coesione e l'unità dell'Unione europea o l'Unione europea nel suo complesso, ha detto il sindaco Bandic.

La città di Zagabria è una delle oltre cento città e regioni che sostengono l'alleanza per la coesione con l'obiettivo di rafforzare la politica di coesione.
Come sindaco della capitale della Repubblica di Croazia, il fatto che la città di Zagabria sia stata riconosciuta come partner paritario nell'uso dei fondi europei nella Repubblica di Croazia attraverso la funzione delegata dell'organismo di mediazione per il meccanismo di investimento territoriale integrato.

Consideriamo questo tipo di forma di decentramento dell'uso dei fondi europei, incluso il livello locale nella gestione e nell'uso dei fondi europei. Pertanto, ci auguriamo che ci nel prossimo periodo finanziario da ordinare e maggiore fiducia, e che saremo in grado di oltre la partecipazione alla valutazione qualitativa dei progetti, e in realtà gestire i fondi destinati allo sviluppo delle città.

I partecipanti sono stati accolti dal vicepresidente della Commissione europea Jyrki Katainen, che ha sottolineato l'importanza e l'influenza crescente e collegamenti con le capitali della Commissione europea, che è considerato molto positivo.

Al termine dell'incontro, è stata adottata la Dichiarazione dei capi delle città dell'UE per gli investimenti pubblici, la politica di coesione e il programma Città dell'Unione.

Oltre al sindaco di Zagabria, Milan Bandic, l'incontro con l'ospite, il sindaco di Bruxelles Philippe Closea partecipato e Femke Halsema, sindaco di Amsterdam, Yiorgos Kaminis, sindaco di Atene, Gerry Woop, vice sindaco di Berlino, Cathleen Carney Boud, Vice Sindaco di Dublino, Anna SINNEMÄKI, Vice sindaco di Helsinki, Zoran Jankovic, sindaco di Lubiana, Joanne McCartney, il vice sindaco di Londra, Colette Mart, il vice sindaco di Lussemburgo, Manuela Carmena, sindaco di Madrid, Constantinos Yiorkadjis, sindaco di Nicosia, Hermano Sanches-Ruivo, vicesindaco di Parigi, Nils Ušakovs, sindaco di Riga, Viriginia Raggi, il sindaco di Roma, Yordanka Fandakova, sindaco di Sofia, Andrei Novikov, vice sindaco di Tallinn, Michael Ludwig, sindaco di Vienna, e Corina Cretu, il commissario europeo per la politica regionale, Karl-Heinz Lambertz, presidente del Comitato europeo una regione, Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea, Daniël Termont, presidente di Eurocities, Stefano Bonaccini, presidente del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d'Europa.

La prima riunione dei sindaci delle grandi città dell'Unione europea e la Commissione europea si è tenuta nel mese di febbraio 2013., Su iniziativa dell'allora commissario per la politica regionale Johannes Hahhna, ad impegnarsi in un dibattito sul ruolo che le grandi città possono svolgere nel raggiungimento degli obiettivi comunitari.

Ad oggi, gli incontri si sono tenuti a Bruxelles, Roma, Vienna, Amsterdam e Riga. (scaricato da www.zagreb.hr)